Impostare WordPress

Impostazioni WordPress vediamo come impostare il nostro sito web.

Hai installato WordPress e, hai la frenesia di iniziare subito il tuo progetto online. Il consiglio che mi appresto a darti e di prenderti un po di tempo, per scegliere le varie impostazioni di WordPress, in base alle tue esigenze, queste sono modificabili in qualunque momento. Se imposti le varie cose, prima di fare qualsiasi operazione, eviterai di trovarti alcuni inutili problemi dopo. Se non hai ancora installato WP potrebbe interessarti questa guida su come installare WordPress facilitato dall’utilizzo del miglior servizio hosting Sitegraund.

L’argomento di questa guida sembra scontato ma ho deciso di realizzarla comunque, in quanto le prime volte che ho iniziato ad usare WordPress mi sentivo spaesato nelle impostazioni col dubbio che potevo compromettere il sito in costruzione, dopo aver letto questa guida saprai muoverti senza problemi. Vediamo come impostare WordPress, iniziamo.

Passaggi fondamentali per impostare WordPress

In questa guida vedremo i primi passaggi fondamentali per realizzare un sito web efficiente. Dopo aver installato wp.
Facciamo il login digitiamo nel browser il nome del sito (www.ilmiosito.it/wp-admin/) nella finestra immetti nome utente e password (se non li trovi leggi la guida su come scaricare WordPress Leggi Qui.

Verrai reindirizzato nell’aria amministrativa del tuo sito, da qui decidi come impostare WordPress, installare temi e plugin, che aggiungeranno funzionalità al sito web, con WordPress puoi realizzare quasi tutto.

Dopo aver effettuato il login ci troveremo nella bacheca di WordPress, che si presenta con una barra laterale, da dove e possibile accedere alle varie funzionalità,

il resto, che appunto e’ la bacheca e’ personalizzabile. Di default ci vengono messe diverse sezioni che ci suggeriscono alcuni consigli, sullo stato del sito, versione di wp installata, gli articoli pubblicati ecc, ma passiamo alla barra laterale.

impostazione  bacheca di wp

Aggiornamenti)


In questa sezione verranno messi in attesa di essere aggiornati, nuove versione di WordPress che vengono rilasciate, temi, plugin, e traduzioni. Basta seguire le indicazioni e parte l’aggiornamento suggerito, mantenere tutto aggiornato e fondamentale per il corretto funzionamento di wp, vi sono degli accorgimenti da prendere, in alcuni casi particolari, ho scritto una guida LEGGI QUI su come procedere ad aggiornare un tema.

(Articoli)


Questa e la seconda voce della sidebar wp, passando sopra col mouse si apre un menu’ cliccabile, da qui possiamo accedere a tutti gli articoli, pubblicarne di nuovi , gestire categorie e tag In alto a destra della pagina trovi due sezioni, (impostazione schermata) dove puoi gestire come vengono pubblicati gli articoli, se far apparire o meno autore/categorie/tag/commenti/e data pubblicazione. La seconda sezione e’ (Aiuto) ci da informazioni su come gestire il proprio flusso di lavoro e altre info utili, e sempre bene approfondire questi link di WordPress che ci offrono spunti su come funziona wp.

(Media)


Questo e’ il posto dove, gestire i file multimediali, foto, video, Pdf. Aprendo il menu’ ci vengono proposte due voci, la prima (Libreria), qui troviamo tutti i file caricati e, possiamo effettuare delle modifiche, selezionando una immagine possiamo indicare, il testo alternativo di un immagine, il titolo, la didascalia, descrizione, questi sono passaggi fondamentali in ottica di ottimizzazione, ho scritto una guida su come ottimizzare le immagini, Leggi Qui, inoltre troviamo il link del file, e chi lo ha caricato.
La seconda voce e’ (aggiungi nuovo) in questa sezione possiamo caricare i nostri file che troveremo nella libreria, puoi caricare i file trascinandoli col mouse, verranno caricati automaticamente, o selezionandoli da esplora file in windows. Sotto al box troveremo delle indicazioni, sulla dimensione massima di un singolo file che possiamo caricare, questo dipende dal piano hosting che abbiamo scelto.

(PAGINE)


Passando con il mouse su questo link abbiamo due opzioni:(Tutte le pagine), ci da la possibilità di vedere tutte le pagine che abbiamo creato, il loro stato, ovvero, pubblicata, bozza, l’autore e, la data di creazione.

In alto a sinistra abbiamo la possibilità di aggiungere una nuova pagina, sotto del pulsante nuova pagina abbiamo un riepilogo dello stato della pagina, azioni di gruppo ci permette di eliminare e modificare più’ pagine allo stesso tempo.
La seconda opzione di pagine e’ (aggiungi pagina) cliccando questo link siamo direttamente nel editor, dove possiamo creare le nostre pagine,nella barra laterale destra, abbiamo la sezione dove possiamo svolgere diverse azioni, che variano in base al tema installato, trovi tutti i dettagli QUI.

(Commenti)


Qui abbiamo una panoramica dei commenti sul sito web se sono attivi, in alto a sinistra vi e’ un contatore con le varie voci, possiamo eseguire azioni di gruppo come cestinare, approvare,commenti spam e altro.

Entriamo nel vivo di WordPress

(Aspetto)
Iniziamo ad entrare nel motore di wp, in questa sezione, passando sopra col mouse ci vengono proposti sei link, analizziamoli singolarmente. Cliccando il primo (temi) siamo indirizzati nella pagina dei temi installati di default, passando col mouse su un tema presente, ci dice se e’ istallato, su dettagli del tema, possiamo avere un’anteprima delle funzionalità e caratteristiche, con attiva, possiamo attivare il tema e’ possibile effettuare tutte le prove che si vogliono, si può cambiare tema senza problemi nella fase iniziale del sito.

Sempre in temi cliccando su aggiungi nuovo, in alto a destra, veniamo indirizzati nella directory dei temi wp. Qui possiamo scegliere tra diversi, che ci offrono tanti layout e funzionalità per soddisfare quasi tutte le esigenze, ho scritto una guida su come scegliere un tema WordPress free Leggi Qui.

Il secondo link (Personalizza). Cliccando si apre la pagina principale del sito, con una sidebar a sinistra, qua possiamo personalizzare il nostro tema. Le voci variano in base al tema installato ma generalmente da questa sezione possiamo gestire: denominazione del sito / colori / opzioni del tema / template della copertina / immagini di sfondo /menu / widget ecc. Trovi tutti i dettagli QUI.

widget

Terzo link i (widget). Questa sezione possiamo vedere i widget disponibili, per il tema in uso,. Possono variare anche in funzione dei plugin installati, a destra le posizioni in cui possiamo aggiungerli. Il quarto link (Menu), cliccandolo si apre la pagina dove li gestiremo.

Divisa in due sezioni. A sinistra aggiungi voci del menu, dove possiamo aggiungere tra tutte le pagine, articoli, link personalizzati e categorie. A sinistra la struttura. Qui possiamo dare un nome, gestire la posizione di una pagina al suo interno e creare sottocategorie del menu, semplicemente spostando i riquadri con il mouse, ricordati di salvare le modifiche apportate per non perdere il lavoro fatto.

Quinto link (Sfondo), qui possiamo aggiungere una immagine di sfondo, in base al tema utilizzato vi sono diverse opzioni puoi approfondire leggendo QUESTA GUIDA. Sesto link (editor del tema), questa sezione ti consiglio di usarla solo nel caso hai competenze tecniche, rischi di far sparire il tuo sito

Il (sesto) link editor del tema ci permette di accedere al codice da questa sezione possiamo implementare codici per aumentare funzioni prestazioni e sicurezza, ma e’ consigliabile metterci le mani solo se si hanno le giuste competenza esiste la possibilità di danneggiare il sito, alcuni tipi di codice possono essere implementati dal personalizzatore di temi evitando problemi, inoltre temi premium come Divi , offrono appositi contenitori per inserire i vari codici, esempio quelli per il tracciamento di Google Analytics ( potrebbe interessarti questo articolo su questo strumento di analisi leggi la guida ) da inserire nella sezione <head>.

Aggiungi funzionalità al tuo sito con i plugin

(Plugin)
Passando sopra col mouse ci vengono fuori tre link, il primo, (plugin installati), qui troviamo tutti quelli che abbiamo installati, attivi e quelli che vanno aggiornati, e buona pratica eliminare i plugin non installati. Il secondo e’ (Aggiungi nuovo) da qui e’ possibile aggiungere i plugin della directory di wp, o in formato zip scaricati altrove. Terzo link (Editor del plugin), ti consiglio se non hai le giuste competenze di non toccare, rischi di creare incompatibilità.

Utenti


In questa sezione, dopo aver installato wp, di default viene inserito chi ha creato il sito come unico utente. Nel primo link abbiamo i dettagli dell ‘utente indirizzo mail, ruolo e articoli realizzati. Dal secondo link abbiamo la possibilità di aggiungere un nuovo utente. Compilando il modulo puoi definire il ruolo da dare al nuovo utente, esempio sottoscrittore, che può essere un utente che ha la possibilità solo di scrivere articoli per il sito/blog.

Il grado più alto e’ l’amministratore che ha accesso a tutte le aree del sito. Generalmente e’ il proprietario del sito. Terzo link il tuo profilo, da qui puoi personalizzare colori del pannello amministrativo impostare la lingua del sito, il tuo avatar.

Strumenti


Passando col mause sopra si aprono sei link, vediamo il primo, (strumenti disponibili) convertitore di categorie e tag.
Le categorie hanno una gerarchia il che significa che è possibile annidare sottocategorie. I tag non hanno una gerarchia e non possono venir annidati. A volte le persone iniziano ad utilizzarne uno negli articoli e successivamente realizzano che l’altro funziona meglio per i loro contenuti.

Convertitore di categorie e tag

Il link al Convertitore di categorie e tag presente in questa schermata porta alla schermata di importazione dove il Convertitore è uno dei plugin che è possibile installare. Una volta installato il link Esegui importatore porterà ad una schermata dove è possibile scegliere se convertire i tag in categorie o viceversa.
Il secondo link Importa, In questa schermata sono elencati i link ai plugin per importare i dati da altre piattaforme di gestione dei contenuti e di blogging. Seleziona la piattaforma dalla quale importare e clicca su “Installa ora” quando richiesto nella finestra pop up. Se la piattaforma non è nell’elenco, clicca sul link per cercare nella directory dei plugin e verifica se il plugin adatto alla piattaforma è presente.

Nelle precedenti versioni di WordPress tutti gli strumenti di importazione erano inclusi nella distribuzione. Sono stati trasformati in plugin perché la maggior parte delle persone li utilizza una sola volta o comunque molto raramente.

Esporta

Il terzo link, esporta, e’ possibile esportare un file del contenuto del proprio sito;per poterlo importare su di un’altra installazione o su una diversa piattaforma. Il file di esportazione sarà un file in formato XML file denominato WXR. Articoli, pagine, commenti, campi personalizzati, categorie e tag possono venir inseriti in questo file. È possibile scegliere per il file WXR file di includere solo determinati articoli o pagine, selezionando i filtri che limitano l’esportazione per categoria, autore, per mese o per stato di pubblicazione.

Una volta generato, il file WXR. Puoi importarlo in un altro sito con WordPress o qualsiasi altra piattaforma di blog in grado di leggere questo formato.
Il quarto link, salute del sito. Possiamo verificare la salute del sito web, indicandoci le azioni necessarie de compiere per lo stato di wp. Cliccando su informazioni questa pagina mostra dettagli sulla configurazione del tuo sito WordPress. Puoi esportare il file con tutti i dettagli cliccando sul pulsante copia le info negli appunti.
Le ultime due sezioni sono sostanzialmente uguali e servono alla gestione dei dati personali degli utenti possiamo sia esportare che eliminare dati personali.

Personalizza le impostazioni di WordPress

(Impostazioni)
Questa e’ la sezione piu’ importante dove scegliere il modo in cui gestiamo il sito.
Il primo link proposto e’ (generali). cliccando il link si apre una pagina che ci offre diverse opzioni. Possiamo inserire il titolo del sito. il motto, sostanzialmente una breve descrizione di cosa facciamo questa sezione e’ importante anche in ottica seo viene indicizzata dai motori di ricerca, e buona pratica inserire parole chiavi al suo interno.

Indirizzo WordPress e indirizzo del sito possono restare come sono si possono apportare modifiche ma non e’ questo il caso.
Indirizzo email amministratore, di default wp inserisce email usata nella fase di registrazione, nel caso vogliamo inserire altro indirizzo email di amministrazione possiamo farlo da qui e per attivarlo basta accedere al nuovo account email e dare conferma.

Iscrizione

Iscrizione, questa casella di default e’ deselezionata. Se vogliamo che gli utenti possono registrarsi sul sito possiamo spuntare la casella. In ruolo predefinito nuovo utente possiamo scegliere il ruolo che possono avere, ricordati che l’amministratore e’ colui che accesso a tutte le aree del sito. Fai bene attenzione a che ruolo dargli. Lingua del sito puoi impostare da questo box la lingua del tuo sito, in base al tuo pubblico target.

Fuso orario, scegli la città in base a dove ti trovi es. Italia ► Roma puoi scegliere anche un utc.
Formato della data e formato ora puoi sceglierli tra le varie opzioni proposte.
Il secondo link (Scrittura), La categoria selezionata da questo menu a discesa è denominata Categoria post predefinita. La categoria di post predefinita è Categoria assegnata a un post se non si riesce ad assegnare altre categorie con la scrittura dei post. Se elimini una categoria, ai post in quella categoria viene assegnata la categoria di post predefinita. Se hai diverse categorie, ma usi una di quelle categorie più frequentemente, seleziona quella categoria qui per rendere la tua vita un po ‘più facile.

Formato articolo predefinito

I formati di post vengono utilizzati dai temi per creare stili diversi per diversi tipi di post. Questa impostazione è visibile solo se il tema attualmente attivato supporta i formati post. Il tema predefinito di WordPress è un esempio di un tema che supporta vari formati di post tra cui Standard.
Pubblica articoli via email.

E’ importante creare un account di posta segreto in quanto ogni email ricevuta verrà pubblicata. Non e’ una procedura necessaria per il primo progetto che si realizza, ricordati sempre di salvare le modifiche effettuate dal pulsante sotto a sinistra.

Lettura

Da questa sezione possiamo decidere diverse cose, iniziamo ad analizzare cosa possiamo fare. La prima voce, La tua homepage mostra. Qui decidiamo se la pagina principale del sito cronologico gli articoli del blog quindi si modifica man mano che pubblichiamo nuovi articoli. In alternativa, realizziamo una pagina fissa che accoglie il visitatore. Scopri come realizzare homepage di impatto con WordPress Leggi Qui. Le pagine del blog visualizzano al massimo, in questo box possiamo decidere quante pagine deve mostrare la sezione blog.

I feed visualizzano i più recenti. Questo box sui feed ci da la possibilità di scegliere gli elementi da visualizzare. Scendendo possiamo decidere se vogliamo visualizzare un riassunto o tutto il testo per saperne di più sui feed clicca Qui

Adesso siamo ad una delle impostazioni più importanti di WordPress ovvero il box visibilità hai motori di ricerca. Di default non e’ selezionata quindi il nostro sito può essere indicizzato dai motori di ricerca. E’ buona pratica scoraggiare i motori di ricerca ad indicizzare il sito. mentre lo realizziamo, cosi da evitare problemi in ottica SEO.

Quando siamo pronti ricordiamoci di andare a deselezionare questa casella, rendendo cosi possibile hai motori di ricerca di visitare il nostro sito. Sara’ comunque possibile che i bot visitano lo stesso il sito ma generalmente ciò non accade, ricordati sempre di salvare le modifiche.

Discussione

In questo link troviamo le impostazioni discussione , in questo caso non li analizzeremo tutti ma faccio una breve panoramica in quanto e abbastanza intuitiva. Le prime due caselle puoi deselezionarle per evitare di ricevere spam e puoi decidere di abilitarli o meno per ogni singolo articolo. Le altre caselle sostanzialmente permettono di moderare e gestire tutti i commenti e prendere precauzioni contro l’invio di email contenenti spam. Ricordati sempre di salvare le modifiche apportate.

Media Altra sezione abbastanza intuitiva e’ possibile impostare una dimensione massima delle immagini inserite nei contenuti scritti; è anche possibile inserire immagini ad larghezza intera. È necessario cliccare sul pulsante salva le modifiche in fondo alla schermata per rendere effettive le modifiche apportate.

Permalink, questa sezione e’ molto importante per impostare correttamente e per evitare di avere dei permalink illeggibili e di difficile comprensione per gli utenti. Tranne casi particolari esempio un sito news, dove vengono inseriti nei permalink la data per organizzare i contenuti, puoi tranquillamente impostare su nome articolo. Questo ci semplifica il lavoro e otterremo un permalink leggibile, infine salva sempre le modifiche.

Privacy


WordPress tii da la possibilità di generare una Privacy policy per adeguare il tuo sito alle normative in materia di dati personali. Basta generare una pagina e poi apportare le modifiche in base a servizi di terze parti che utilizziamo sul nostro sito. Quando utilizziamo un plugin dobbiamo recarci nella documentazione e aggiungere le info sulla raccolta di dati personali che effettua, e avvisare il visitatore. Se vuoi una privacy policy già fatta e più completa Leggi Qui.
Ultima voce Riduci menu’ ci da la possibilità di lavorare a schermo intero senza la sidebar di wp. Spero che questa guida ti sia stata utile per realizzare il tuo progetto online, continua a seguirci troverai sempre nuove info.se

Spero che questa guida ti sia stata utile a risolvere i tuoi dubbi. Ricorda che iscrivendoti nel box sotto puoi ricevere assistenza gratuita e info speciali, oppure commenta nel box e ti risponderò prima possibile.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *